Petto escavato, cause e sintomi di questa patologia

Il petto escavato conosciuto anche con il nome di torace a imbuto è una patologia congenita della gabbia toracica che prevede un’anomalia del livello piano sterno-costale. Questa malformazione vede la formazione di un’angolatura nello sterno che si piega verso la zona interna virando sulla colonna vertebrale.

Questo incavo anteriore si presenta nella corrispondenza della piegatura verso l’interno delle cartilagini che si trovano sulle costole superiori, risultando più accentuata rispetto a quelle inferiori.

Il petto escavato può essere sia di tipo simmetrico sia asimmetrico e in alcune occasioni può coesistere con una prominenza addominale più o meno marcata in base all’entità di questo difetto.

Il petto escavato porta anche altre evidenze che si possono evincere dal punto di vista posturale come l’ipercifosi e le spalle cadenti.

Il petto escavato nelle donne può causare un’asimmetria nello sviluppo delle mammelle, principalmente in quella destra.

Il petto escavato genera anche dei problemi dovuti alla presenza di una depressione del torace, inoltre gli scompensi estetici possono causare delle difficoltà dal punto di vista psicologico, specie durante l’età dell’adolescenza quando i sintomi e la malformazione sono più evidenti.

Sintomi del petto escavato

Solitamente questa malformazione si presenta asintomatica, sono rari i casi in cui infatti in cui si denotano anche dei segni clinici derivanti dal petto escavato.

Quando si presentano però questi consistono generalmente in precordialgie e dolori causati dagli sforzi ripetuti durante gli anni. In alcuni casi, al quanto gravi, si assiste anche alla comparsa di sintomi come la sincope e le aritmie.

In assenza di sintomi fisici, non bisogna comunque trascurare come può influire dal punto di vista comportamentale e psicologico. Questo fattore è variabile tra i vari soggetti ed è influenzato anche dalla percezione che hanno della malformazione i genitori.

Secondo alcuni studi infatti, alcuni bambini o bambine rimangono maggiormente traumatizzati da questa patologia quando i genitori stessi presentano una sensazione di repulsione nel vedere o toccare la zona.

In fase adolescenziale invece, i problemi di tipo psicologico possono essere più o meno accentuati in base al carattere del ragazzo e anche in base alla reazione delle persone intorno a lui.

Petto escavato cause e sintomi

 

Quali sono le cause del petto escavato?

Le cause del petto escavato non sono certe, ci sono però varie ipotesi su quali possano essere le principali. Alcune ipotesi pensano che la causa scatenante sia l’anomalia del diaframma e dello sterno secondo cui la patogenesi sarebbe dovuta alla crescita condro-costale asimmetrica comportando di conseguenza lo spostamento dello sterno.

In molti casi, tra le cause principali della formazione di quest’anomalia c’è il fattore familiare ed ereditario. In altre occasioni invece è stato rilevato che il paziente risulta affetto anche da altre patologie connesse come la scoliosi oppure le malformazioni cardiologiche.

Esistono comunque molte forme non congenite, dovute invece ad anomalie provenienti dall’apparato respiratorio come le patologie croniche quali la displasia bronco-polmonare e le patologie ostruttive delle vie alte respiratorie.

Infine, in alcuni casi riscontrati specie nei soggetti maschili, il petto escavato si registra insieme a una scoliosi molto severa, in tal caso è necessario esperire delle indagini approfondite al fine di confermare o escludere la sindrome di Marfan, che è una patologia solitamente associata a questo specifico caso clinico.

Curare il petto escavato, terapie e rimedi

Esistono diversi trattamenti che si possono seguire per riuscire a combattere il petto escavato. Quando si presenta questa patologia tra i metodi più utilizzati ci sono: la chirurgia invasiva, la tecnica mininvasiva, le tecniche non chirurgiche come l’applicazione di un presidio esterno con un dispositivo specifico.

Tra le tecniche non chirurgiche migliori c’è l’applicazione di un presidio esterno sottovuoto, questo dispositivo prende il nome di Vacuum Bell ossia di campana vuoto d’aria che è stato inventato da una persona che era affetta dal petto escavato e si è curato con tale metodologia.

Nelle forme asintomatiche, spesso si procede comunque all’intervento chirurgico, anche solo a fini estetici. Se solo per fini estetici è possibile intervenire con un’operazione che non incide sulla morfologia dello sterno ma riesce comunque a eliminare la malformazione grazie all’inserimento di un impianto realizzato in silicone e realizzato solitamente con un sistema tridimensionale, per permettere a questo di adattarsi alla perfezione all’anatomia del paziente.

Per quanto riguarda invece le terapie chirurgiche in caso di sintomatologie più o meno gravi l’intervento previsto è il Pectus Up. Questo intervento chirurgico è stato ideato dalla Ventura Medical Technologies insieme al reparto dell’Ospedale Parc Taulì specializzato in chirurgia pediatrica.

Questa tecnica chirurgica innovativa ha permesso di offrire una soluzione al petto escavato utilizzando un metodo poco invasivo ed estratoracico che ha abbassato notevolmente i rischi dell’intervento oltre che la sua complessità.

Inoltre, il Pectus Up prevede un rientro dei pazienti alle normali attività in tempi più brevi rispetto a quelli previsti per chi si sottopone alla chirurgia invasiva.

One Comment

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *