Papilloma virus nell’uomo: cause, sintomi e cura dell’ HPV Virus

Se pensavate che questo agente patogeno colpisse solamente il pubblico di sesso femminile vi sbagliavate, il Papilloma virus nell’uomo è un disturbo altrettanto diffuso, infatti, anche la popolazione maschile può venire facilmente a contatto con questo virus.

Il vero problema del Papilloma virus è che in molti casi non presenti sintomi specifici, ecco perché talvolta si sviluppa in modo inosservato, e svanisce poco dopo.

Il Virus HPV quindi colpisce un’importante percentuale anche degli uomini, si stima infatti che almeno il 73% della popolazione maschile lo contragga durante la sua vita, in media in età adulta compresa tra i 30-35 anni.

Questa probabilità non deve essere sottovalutata, comunque, perché anche se in molti casi è asintomatico, il virus può avere anche ripercussioni negative.

Il virus può essere contratto facilmente attraverso il sesso, e nella maggior parte dei casi si risolve in tempi brevi, ma in altri casi da avvio a infezioni di tipo genitale, mentre in altri potrebbe portare all’insorgenza anche di complicanze più gravi come i tumori genitali e quelli orofaringei.

Papilloma Virus nell’uomo, cos’è e come si sviluppa?

Il Papillomavirus è un ceppo molto diffuso, ne esistono 200 sottotipi e più di 40 di questi si possono trasmettere mediante un rapporto sessuale. Questi possono poi infettare sia le zone genitali maschili sia quelle femminili, ma anche la pelle dell’ano e del pene, la gola e la bocca.

Tra le due categorie principali del virus HPV che si trasmettono attraverso il sesso troviamo:

  • Quelle a basso rischio che causano delle verruche genitali
  • Quelli ad alto rischio che invece sviluppano potenzialmente un tumore.

I contagi che avvengono mediante HPV solitamente sono infezioni a trasmissione sessuale che non presentano sintomatologie pericolose per la salute. Le possibilità d’infezione sono molte però, specie se si hanno diversi partner sessuali.

Quando il ceppo del Papilloma virus è a basso rischio, viene debellato dall’organismo senza alcuna complicazione entro uno o due anni.

Altre infezioni invece sono più pericolose e rimangono latenti per diversi anni per poi esplodere all’improvviso sotto forma di tumori di vario genere.

Virus HPV o Papilloma virus nell'uomo

Sintomi Papilloma virus nell’uomo

Come anticipato, nella maggioranza dei casi, il Papilloma virus ha tra le sue caratteristiche principali l’essere completamente asintomatico. Quindi può capitare che lo si contrae ma senza che ce ne si accorga, ed è probabile che l’organismo con il tempo se ne liberi in modo spontaneo.

In altri casi, è possibile riscontrare sintomi comuni sia per l’infezione a basso rischio che per quella ad alto rischio. Alcuni dei sintomi del papilloma virus più frequenti nell’uomo sono: i condilomi acuminati, ossia le verruche anali e genitali.

Si tratta di escrescenze che compaiono sui testicoli, vicino all’ano, sul pene, sull’inguine e sulle cosce. I sintomi, possono manifestarsi anche molto tempo dopo che si è contratto effettivamente il virus.

In caso di trasmissione a livello orale, è possibile che si abbiano delle conseguenze anche nella bocca, nella gola sino alla faringe.

Prevenzione del Papilloma virus nell’uomo

Il modo migliore per evitare di contrarre questo virus è la prevenzione. Il primo modo per evitare l’infezione da Papilloma Virus è sicuramente l’utilizzo del profilattico.

Il profilattico tuttavia non è sufficiente per riuscire ad evitare anche il contatto con l’agente patogeno, la forma di prevenzione migliore da Papilloma virus resta quindi il vaccino.

Il vaccino di tipo bivalente permette di proteggersi da due genotipi oncogeni 16 e 18, ossia quelli più pericolosi che possono portare all’insorgenza di un tumore.

Il vaccino per il virus dell’HPV oggi è obbligatorio per tutte le ragazze e i ragazzi sino ai 12 anni d’età.

Diagnosi del Papilloma virus nell’uomo

Mentre per le donne è molto più semplice la diagnosi della presenza o meno, è molto più difficile rilevare la presenza del Papilloma virus negli uomini.

Infatti, al momento non esiste alcun test che permetta di controllare lo stato del virus HPV, ossia la presenza o meno del virus.

La maggior parte delle volte l’infezione si risolve in modo spontaneo entro un anno o due, ma la sua presenza si può rilevare solo se insorgono dei sintomi.

Dunque, se si verificano sintomi quali anomalie sullo scroto, nella zona intorno l’ano o sul pene, come: vesciche, piaghe, mucose bianche, aree anomale, verruche è consigliabile rivolgersi ad un medico

Cura del Papilloma virus maschile 

Papilloma virus nell’uomo, come si cura? Il virus HPV quando è asintomatico non prevede alcun trattamento, in quanto svanisce da solo, diversamente dal caso in cui sorgono verruche o piaghe.

I principali trattamenti che si possono seguire quando si presentano le verruche sono farmacologici o chirurgici.

Questi trattamenti vengono prescritti ed eseguiti dal dermatologo.

Il trattamento migliore per eliminare il sintomo del Papilloma Virus, come le verruche genitali, è l’asportazione chirurgica di queste, che permette di ridonare al pene il giusto stato di salute.

Per quanto riguarda i condilomi invece, questi possono scomparire da soli, oppure possono crescere o ancora tramutarsi in un cancro maligno.

In caso di contrazione del cancro al pene, all’ano oppure alla zona orofaringea si agisce con tre trattamenti quali: chemioterapia, radioterapia e chirurgia.

Per il trattamento e l’eventuale diagnosi del Papilloma virus si consiglia sempre di chiedere consiglio al proprio medico curante o ad uno specialista.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *