Morbo di Dupuytren

Una malattia che colpisce la mano è il morbo di Dupuytren. Questa patologia prevede una curvatura di tipo permanente delle dita (una o più insieme) e anche la comparsa di un numero di noduli variabile direttamente sul palmo della mano.

Il morbo di Dupuytren può avere sia cause genetiche sia dovute ad alcuni cattivi comportamenti durante la propria vita.

Dal punto di vista terapeutico si possono adottare sia metodi chirurgici sia non. Ma vediamo nel dettaglio cos’è e quali sono i sintomi di questa patologia.

Cos’è il morbo di Dupuytren

Il morbo di Dupuytren è una contrattura che colpisce la mano e che ne compromette il movimento e la flessibilità in quanto le dita si curvano in modo permanente ripiegandosi verso il palmo della mano. La malattia potrebbe colpire sia una sia entrambe le mani e può interessare anche più dita compreso il pollice.

Il morbo di Dupuytren è caratterizzato dalla formazione sul palmo della mano di un agglomerato con una consistenza rigida, questo è costituito dal collagene e dal tessuto connettivo, questo agglomerato o nodulo è praticamente un tumore di origine benigna, quindi a parte le complicante della malattia questa è innocua per coloro che soffrono di tale patologia.

Il morbo di Dupuytren è una malattia che si manifesta solitamente in età avanzata dunque coloro che ne soffrono maggiormente hanno di solito un’età che va dai cinquanta ai sessant’anni circa, i giovani invece sono molto meno colpiti da questa patologia.

Infine, secondo le ricerche si denota che gli individui più colpiti sono quelli di sesso maschile, e probabilmente proprio per la sua radice genetica questa è diffusa principalmente nelle zone nordeuropee.

Le cause del Morbo di Dupuytren

Le cause del Morbo di Dupuytren che portano all’ispessimento dell’aponeurosi palmare che prevede la formazione di un nodulo e di conseguenza la perdita di elasticità dei tessuti connettivi e infine l’accorciamento dei tendini delle dita.

Il morbo insorge di solito quando il tessuto connettivo dell’aponeurosi palmare quindi fa si che non si riescano a muovere le dita che tendono a ripiegarsi verso il palmo.

Anche se non ci sono prove certe al 100% diversi studi effettuati dai ricercatori stanno sostenendo sempre più che questa siano una patologia di tipo genetico. Infatti, le persone con il morbo spesso hanno familiari diretti in linea di discendenza come genitori e nonni che soffrono di questa patologia. Secondo alcuni studi, il gene che viene coinvolto è un cromosoma di tipo autosomico che porterebbe dunque il morbo di Dupuytren ad appartenere alle malattie genetiche e autosomatiche di tipo dominante.

Dopo varie indagini, oltre alle cause genetiche, sono state individuate anche quelle comportamentali o dovute a patologie pregresse. Queste ricerche afferma che il morbo di Dupuytren si presenta più facilmente nelle persone affette da diabete, le persone epilettiche, in coloro che bevono molto e colpisce anche chi fuma molto o chi subisce un trauma improvviso al polso.

Sintomi del morbo di Dupuytren

Il primo sintomo del morbo di Dupuytren prevede innanzi tutto la presenza di uno o più noduli che presentano un diametro che può arrivare anche a un centimetro, questi noduli si associano anche alla flessione delle dita verso il palmo della mano. I noduli prevedono l’ispessimento del tessuto connettivo e costituiscono anche l’aponeurosi palmare.

Questi effetti sulla mano portano a supportare anche dei sintomi tra i quali il prurito, l’indolenzimento, un dolore intenso e la difficoltà ad impugnare degli oggetti. Le dita colpite dal morbo di Dupuytren di solito sono il mignolo e l’anulare anche se questo può estendersi in casi gravi anche al pollice e al dito medio. Se raggiunge uno stadio avanzato questa malattia può portare anche a difficoltà nel fare movimenti normali come: agitare un contenitore, guidare, tenere in mano le posate, praticare alcuni sport, suonare degli strumenti.

Morbo di Dupuytren rimedi e trattamenti

Il morbo di Dupuytren innanzi tutto dev’essere diagnosticato da un medico sarà lui poi a consigliare un eventuale visita specialistica e di conseguenza una terapia da seguire. La scelta terapeutica dipende anche dalle condizioni delle mani e quindi da quanto il morbo ha interagito sulle mani. Il morbo di Dupuytren infatti può avere degli effetti più o meno dannosi sulla mano.

Quando la malattia è considerata grave, allora il medico potrebbe consigliare la chirurgia al fine di riportare la mano a muoversi normalmente. Per i casi meno gravi invece si consigliano terapie meno invasive come ad esempio: le iniezioni di collagene e la radioterapia.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *