Cos’è l’ipotonia muscolare? Cause, sintomi e diagnosi della patologia

L’ipotonia muscolare è una condizione fisica che può essere causata da alcune patologie o derivata secondaria di malattie croniche.

Quando si parla d’ipotonia comunque s’intende la riduzione del tono muscolare che potrebbe essere congiunta anche a una seconda condizione ossia l’ipostenia o debolezza muscolare.

Bisogna fare attenzione a non confondere comunque l’ipostenia dall’ipotonia. L’ipostenia infatti determina l’incapacità dei muscoli a contrarsi e funzionare in modo corretto infatti questa patologia in alcuni casi viene abbinata anche all’atrofia muscolare e all’ipotrofia.

Comunque, le condizioni descritte dall’ipotonia muscolare si associano spesso a quelle dell’ipostenia, anche se i due fenomeni devono essere considerati sempre in modo distinto. In quanto un paziente può risultare ipotonico ma non sempre ipostenico.

Ma vediamo insieme nel dettaglio quali sono le cause dell’ipotonia muscolare, i sintomi e i possibili trattamenti.

Cause dell’ipotonia muscolare

L’ipotonia può derivare da diverse cause e al contempo si può presentare su vari livelli, ad esempio potrebbe coinvolgere il primo o il secondo motoneurone, la placca motrice, gli assoni oppure il muscolo. Inoltre, si possono distinguere due tipi di ipotonia una periferica e una centrale.

L’ipotonia muscolare generalizzata solitamente coinvolge in modo indistinto diversi gruppi muscolari, quando invece questa è localizzata allora si concentra principalmente su uno specifico gruppo muscolare.

Una forma generalizzata è molto comune quando si verifica una lipotimia o uno shock, ed è al quanto rara invece nelle malattie del sistema extrapiramidale.

La seconda forma di ipotonia muscolare invece è tipica della paralisi flaccida che deriva dal coinvolgimento del motoneurone, che potrebbe espandersi successivamente anche a più muscoli.

L’ipotonia si presenta anche come conseguenza di alcune malattie neurologiche che coinvolgono i motoneuroni o il sistema nervoso centrale e quello extrapiramidale, questo è ciò che succede nel momento in cui si soffre di patologie quali la sclerosi amiotrofica laterale o il morbo di Parkinson.

Questa condizione viene causata anche dalla lesione del secondo motoneurone e deriva da malattie come la poliomielite, l’atrofia muscolare spinale, l’atrofia progressiva, la sindrome di Guillain-Barrè, o la sclerosi multipla.

Infine, ci sono anche alcune malattie genetiche che possono essere considerate responsabili dello sviluppo dell’ipotonia come: la sindrome di Down, la malattia di Charcot-Marie-Tooth, la sindrome di Prader Willi, la malattia di Tay-Sachs.

In casi rari, l’ipotonia invece è causata da infezioni o botulismo, come quello che deriva dal contatto con veleni o tossine. Infine, l’ipotonia può derivare anche dalla meningite, l’encefalite, la miastenia gravis.

Tra le cause di questa condizione clinica specie nei bambini ci sono: il rachitismo, la nascita prematura, l’ipotiroidismo, la malnutrizione, l’ipoglicemia e l’insufficienza cardiaca congestizia.

Infine, esiste una forma della patologia che prende il nome di Ipotonia congenita benigna, questa è una forma più leggera che può colpire il bambino sin dall’infanzia senza comportare seria difficoltà a camminare, anche se spesso può interessare i muscoli erettori paravertebrali e quelli della colonna vertebrali.

ipotonia muscolare sintomi

 

Sintomi dell’ipotonia muscolare

Negli adulti i sintomi dell’ipotonia possono manifestarsi con difficoltà nell’uso degli arti inferiori o superiori, frequenti cadute, scarsità dei riflessi, difficoltà a camminare, atrofia dei muscoli, contrazione spasmodica muscolare.

Solitamente i sintomi si mescolano con quelli previsti dalla malattia che ha causato l’ipotonia muscolare.

Questa condizione clinica si verifica molto di frequente anche nei bambini e nei neonati, quando ciò avviene i principali sintomi prevedono: scarso controllo della testa, sviluppo ritardato delle competenze motorie, pianto debole, difficoltà nel succhiare o ingoiare, cadute di tipo frequente, difficoltà nell’iniziare a parlare, diminuzione della forza e a mantenere la postura eretta. Inoltre, alcuni bambini potrebbero manifestare anche altri sintomi quali: piedi piatti, crisi epilettiche, difficoltà nel camminare e anche problemi di respirazione.

Trattamenti e rimedi per l’ipotonia muscolare

La diagnostica dell’ipotonia dev’essere effettuata da un medico specialista o sa quello di base. Sicuramente un’analisi tempestiva e il riconoscimento da parte del medico dei sintomi dell’ipotonia è molto importante per riuscire a vivere meglio.

Per il trattamento dell’ipotonia non ci sono cure specifiche che possono portare al guarire completamente dalla patologia.

Potrebbe essere utile se non necessario quando si soffre di questa patologia fare un percorso con il fisioterapista, che aiuta a migliorare la funzione degli arti. Oppure in alcuni casi si devono utilizzare oggetti come la sedia a rotelle o bretelle specifiche per migliorare la mobilità articolare e riuscire al contempo a prevenire gli infortuni.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *