Dolore all’ombelico, le possibili cause e i sintomi più frequenti

Il dolore all’ombelico rappresenta un sintomo che può avere numerose cause. Si tratta di un fastidio che può presentarsi per poco tempo, intermittente, continuo o temporaneo. Generalmente si può avvertire il dolore vicino all’ombelico in qualsiasi parte dell’addome.

I traumi, l’ernia e i problemi gastrointestinali, sono alcune delle possibili cause che generano questo fastidio. Alle volte insieme a questo tipo di dolore spiccano anche altri sintomi, tra cui la nausea, le eruttazioni, sangue nelle feci, flatulenza, febbre, muco o gorgoglio addominale.

Il dolore all’ombelico può essere sintomo di un’infiammazione dei tessuti dell’ombelico e di tutta la zona addominale.

L’ombelico dolorante, alcune volte, rappresenta un campanello di allarme per disturbi più gravi come l’appendicite, l’onfalite o l’ernia ombelicale.

Le cause più comuni del dolore all’ombelico: appendicite, ernia ombelicale o onfalite.

Appendicite

La comparsa di un dolore a destra all’ombelico, nella parte epigastrica o periombelicale, può indicare la presenza di un’appendice acuta. Di solito si tratta di un fastidio lento che aumenta con la deambulazione.

Tra i sintomi principali di questa patologia vi sono: perdita di appetito, nausea e vomito. Nei casi più gravi, quali rottura dell’appendice, compaiono anche febbre alta, eccessiva sudorazione e pallore.

Ernia ombelicale

L’ernia ombelicale rappresenta un altro disturbo che può provocare dolore all’ombelico. Questo problema può sorgere sin dai primi giorni di vita ma può verificarsi anche in età adulta.

Generalmente l’ernia ombelicale si manifesta come una protrusione o una tumefazione nella zona addominale.

Questo disturbo può essere provocato da stiramenti o sollecitamenti dei muscoli addominali, derivanti da sollevamento di pesi elevati, tosse, obesità o gravidanza.

Il dolore all’ombelico da gravidanza è un disturbo piuttosto frequente, solitamente dovuto ai cambiamenti fisiologici dell’addome. Durante la crescita della pancia, la muscolatura addominale si allunga e distende, queste modifiche possono provocare dolore nella zona ombelicale.

Il rigonfiamento erniario può avvenire in maniera asintomatica e il più delle volte provoca un lieve fastidio percepibile durante i colpi di tosse o eventuale sforzi fisici.

Per risolvere questo problema, è necessario rivolgersi a degli specialisti per poter effettuare la chirurgia, in quanto rappresenta l’unica via per correggere l’ernia ombelicale. È consigliato non trascurare questa situazione, in quanto si potrebbe rischiare di sviluppare la perforazione è la necrosi in tutta la cavità addominale, generando la peritonite.

Onfalite

L’onfalite è un’infiammazione dei tessuti circostanti l’ombelico, il dolore può essere percepito sia sopra che sotto o tutto attorno all’ombelico.

Questo tipo di infiammazione può essere a livello topico, con sintomi visibili quali irritazione della pelle, oppure può essere un’infezione interna.

I sintomi più comuni dell’ onfalite sono bruciore, dolore al tatto, arrossamento e secrezioni maleodoranti. L’ombelico rimane umido.

Si tratta di un’infiammazione tipica dei neonati causata dalla ferita del moncone ombelicale, si tratta di una zona suscettibile, soggetta ad attacchi di microorganismi patogeni. Tuttavia può presentarsi anche in età adulta a causa soprattutto di una cattiva igiene o di una malformazione dell’ombelico che ne impedisce una corretta pulizia.

Il primo campanello di allarme di questa infiammazione è l’ombelico arrossato. Una delle soluzioni terapeutiche più frequenti è l’utilizzo di ossido di zinco, tuttavia è sempre consigliabile un parere medico.

 

Altre cause del dolore all’ombelico

Il dolore all’ombelico può sorgere in qualsiasi momento della propria vita e in maniera spontanea. Tra le altre possibili cause, questo problema fastidioso può derivare anche dalla presenza di cisti o di dermatiti locali.

Il dolore all’ombelico può derivare anche da malattie infiammatorie pelviche: morbo di Crohn, diverticolite, infezioni delle vie urinarie, ulcera peptica, colite ulcerosa e tanto altro.

Se avvertite la sensazione dolorosa nella zona periombelicale nel quadrante inferiore basso a destra, può indicare la presenza di cisti ovariche, endometriosi, o emorragie.

Altre possibili cause che generano il dolore possono essere: problemi vascolari, infarto intestinale a causa di un occlusione embolica o trombotica parziale o totale.

Infarto intestinale

I disturbi vascolari possono indicare la presenza di un infarto intestinale, esso può insorgere come conseguenza di confusione trombotica o in presenza di un embolo.

Il dolore si manifesta generalmente come acuto, quale si aggiungono anche dei dolori nella parte ombelicale con diarrea con sangue e vomito. Tra i sintomi principali l’addome si presenta dolente e globoso.

Gastrite

Tra le tante patologie che possono provocare dolore all’ombelico c’è anche la gastrite, una condizione patologica che nasce per via di un infiammazione alla mucosa dello stomaco.

La gastrite comporta dolore nella parte superiore dell’ombelico ed è spesso accompagnata da gonfiore addominale, nausea, assenza di appetito, bruciore allo stomaco e vomito.

 

È importante rivolgersi al proprio medico nei momenti in cui si verificano sintomi come: muco o sangue nelle feci o in caso di febbre. Soltanto uno specialista ha la capacità di capire da dove deriva il dolore e quali sono le possibili cure da effettuare.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *